COME LAVORIAMO

La nostra compagnia ha messo a punto un modo di lavorare basato sulla ricerca, una ricerca che vuole avere come obiettivo il piacere,  Il piacere di fare.

Siamo convinti che il piacere di fare debba essere un leit motiv per ogni impresa che sia essa faticosa o meno.

Ci piace l'idea che il Teatro e l'arte della recitazione possa essere un tramite per realizzare desideri e soddisfazioni edonistiche.
In quest'ottica d'intenti il Teatro per noi è uno spazio, un incubatrice di ritmo fatto di azione e movimento ma al contempo di pause e attese attraverso cui vivere ciò che sta oltre lo scontato e il quotidiano.

Pensiamo, immaginiamo, viviamo il teatro e l'arte della recitazione come un modo per darci e dare tempo, un tempo e un ritmo nettamente distinti dalla vita di tutti i giorni al fine di trovare proprio nella scena e nello spazio creativo il proprio ruolo e il proprio posto.

Crediamo che in questa prospettiva così come nel teatro il ritmo é scandito dall'alternanza tra le scene così anche il nostro ruolo e il nostro posto può essere di volta in volta diverso, scandito e alternato  in base al copione che ci troviamo davanti.

Il punto focale del nostro approccio e del nostro modo di lavorare é l'idea che nello spazio creativo del teatro ognuno va bene così come è, unico e necessario con le sue differenze e le sue caratteristiche peculiari.
Anzi proprio la diversità é un valore aggiunto che attraverso l'arte può dare linfa vitale allo spettacolo. Lo spettacolo ha molti linguaggi e ogni attore può essere portatore di un linguaggio specifico e speciale che con il nostro lavoro basato sulla ricerca, nel gruppo, di ciascun linguaggio, può mettere in luce ogni possibilità di espressione individuale, arricchendosi e arricchendo chi ne diventa fruitore.

Quali linguaggi ?

Il linguaggio base del nostro modo di fare Teatro é il linguaggio della PERSONA .
La persona in scena é la base da cui si dirama lo spettacolo di cui il suono, il movimento, la maschera, gli oggetti amplificatori di senso e soprattutto l'ironia, sono i rami che usiamo come strumenti teatrali.

Il testo si colora, si deforma, si plasma sulle caratteristiche dell'attore ed é proprio nel momento in cui l'attore comunica ed il corpo che racconta da forma alle parole che il si il Teatro prende vita ed messaggio arriva al pubblico e quando i messaggi arrivano al pubblico, il teatro ha senso.